perizie suppletive recupero sconto contrattuale

a pi contratti ad esecuzione istantanea reiterati nel tempo. 207/2010, il responsabile del procedimento dovr attivare la procedura (prevista allo stesso comma indicato) per accertare le intenzioni dellesecutore in merito alla prosecuzione dei lavori. Secondo il parere dellAssociazione, inoltre, tale lettura non ostacolata nemmeno dal disposto dellart. 163/2006 secondo quanto stabilito dallarticolo 161, comma 13 del.P.R. 132, comma 1, lettera e) del.lgs.

163/2006 e larticolo 161 del.P.R. Larticolo 132 del.lgs. Proprio in tali tipologie di contratti si ricorre spesso alla introduzione di clausole risolutive espresse che determinano, in subordine allinadempimento di una delle due parti, il venir meno del contratto nello stesso momento in cui la parte lesa dichiari di volersi avvalere della clausola stessa. Come emerge da queste note sintetiche evidente che, allinterno della direzione lavori, le varianti costituiscano un ambito di una certa complessit che rende indispensabile procedere in modo puntuale nellespletamento dei vari passaggi che interessano attivit quali: il riconoscimento della tipologia di variazione dei lavori.

163/2006 disposizione che non si applica nel caso di variante determinata da errori progettuali (art. 207/2010 si ricorda che limporto dellappalto formato dalla somma risultante dal contratto originario (aumentato dellimporto degli atti di sottomissione, atti aggiuntivi per varianti gi intervenute) oltre allammontare degli importi diversi da quelli a titolo risarcitorio eventualmente riconosciuti allesecutore ai sensi degli articolo 239, 240, 240. Si pensi, ad esempio, al contratto di locazione, poich limmobile viene lasciato continuativamente nella disponibilit del conduttore; contrato ad esecuzione periodica quello con il quale si promettono pi prestazioni in un dato arco temporale, secondo scadenze predefinite, oppure su richiesta della controparte. Tuttavia, affinch scatti lapplicazione della nuova previsione, previsto che: vi sia una risoluzione contrattuale ; tale risoluzione sia connessa ad un contratto ad esecuzione continuata o periodica. Il nuovo comma 9 della citata norma, come modificata dalla Legge 208/2015, prevede che, nel caso di risoluzione contrattuale, relativa a contratti a esecuzione continuata o periodica, conseguente a inadempimento, la facolt di cui al comma 2 non si estende a quelle cessioni. La Guida Essenziale alla Direzione Lavori. Entriamo dunque nel dettaglio della tematica.